Sakura Women’s Wine Awards

da | Mar 20, 2018

Masùt da Rive, con il Pinot Grigio Jesimis 2016, tra le top winery al Sakura Women’s Wine Awards.

Marco Gallo riceve il premio “Trofeo Diamante” durante la cerimonia di inaugurazione a Foodex Japan 2018.

 

“Sono volato in Giappone per supportare il nostro partner Vinos Yamazaki durante una serie di eventi organizzati nelle principali città nipponiche: Tokyo, Shizuoka, Sendai, Kansai… Durante questa settimana lavorativa ricca di degustazioni, visite ai negozi ed incontri con i clienti, ci siamo ritagliati il pomeriggio di martedì 6 marzo per partecipare alla cerimonia di assegnazione dei premi “Trofeo Diamante” durante il primo giorno di Foodex Japan.

Eh sì, perché lo scorso ottobre il nostro importatore ci ha suggerito di partecipare al Sakura Women’s Wine Awards, uno dei concorsi più prestigiosi in Giappone, dove la giuria dei tasting è composta da sole donne. Abbiamo scelto di presentare il Pinot Grigio Jesimis 2016, un vino frutto di diverse ricerche, uscito sul mercato per la prima volta lo scorso autunno. Un vino sicuramente accattivante, dal colore ramato intenso, con un bouquet ed un gusto delicati, ma allo stesso tempo di carattere. Un vino che piace molto ai consumatori giapponesi, e che gode di una notevole richiesta.

A inizio febbraio lo staff della Sakura ci ha comunicato la lieta notizia: il nostro Pinot Grigio Jesimis ha ricevuto la medaglia Doppio Oro, ovvero ha ottenuto un punteggio tra i 93 e 100 punti. Inoltre, ci ha informato di un’ulteriore selezione che sarebbe stata fatta proprio tra i vini Doppio Oro: i vini ritenuti eccellenti si sarebbero aggiudicati il Trofeo Diamante. Sarebbe stato un riconoscimento di cui saremmo stati molto fieri, ma la consapevolezza dei numerosi vini (oltre 4.300 fra cui 271 Doppio Oro) in competizione ci ha fatto sempre “mantenere i piedi per terra”.

Pochi giorni prima di partire per Tokyo la Presidente del concorso Yumi Tanabe ci ha comunicato che avevamo vinto il premio e ci ha invitato a ricevere il Trofeo Diamante in persona. È bastata una e-mail al nostro partner in Giappone per modificare la scheda-viaggio e partecipare, così, alla cerimonia di premiazione. Inutile dire che è stata un’emozione grandissima, che ci rende orgogliosi del lavoro che facciamo e dei vini che produciamo, di un lavoro che è la nostra passione e che cerchiamo di trasmettere a tutti coloro che si avvicinano a Masùt da Rive!”

Marco Gallo