Pratiche “green” a difesa dell’ambiente… e della qualità del vino
…………………………………………

Quella praticata da Masùt da Rive, è un tipo di agricoltura che mira il più possibile alla sostenibilità, con un’attenzione sempre più marcata per l’aspetto etico dell’attività agricola.

Nelle vigne di Masùt da Rive il diserbo è esclusivamente meccanico (niente diserbanti a base di glifosato), al fine di eliminare le erbe infestanti e ridurre la competizione di queste con la vite per l’accaparramento dell’acqua e degli elementi nutritivi presenti nel suolo. (link rincalzatura).

Verso il periodo della fioritura, le lavorazioni in vigna si fanno più intense con la cimatura (link cimatura) e la pulizia del filare: OLMI, un defogliatore ad aria compressa, si occupa di rimuovere i parassiti insieme ai residui floreali… Scelte “green” che si traducono in qualità delle uve ed integrità nel bicchiere. (link defogliazione)

Sul fronte dell’energia, ci si affida al rinnovabile per eccellenza, il sole: l’impianto fotovoltaico eroga kilowattora puliti e copre l’intero fabbisogno.
E i vignerons di Masùt da Rive non amano lo spreco d’acqua: il sistema di sub-irrigazione ottimizza l’apporto idrico e minimizza la dispersione per evaporazione.
Masùt da Rive: scelte “green” che si traducono in qualità delle uve e integrità nel bicchiere.